Sintomi dell’allergia al nichel: quali sono e dove si manifestano

La settimana scorsa abbiamo visto insieme cos’è l’allergia al nichel. Con questo secondo articolo voglio invece approfondire i sintomi dell’allergia al nichel,

ossia gli effetti che può dare questo metallo quando entra in contatto con il nostro organismo indebolito.

Benché alcuni dei sintomi dell’allergia al nichel che stai per leggere siano caratteristici di questo disturbo, altri sono comuni a molte altre condizioni e questo in molti casi porta purtroppo al ritardo della diagnosi.

Se sospetti di essere allergico a questo metallo, leggi bene i sintomi che ho riunito qui sotto e potrai così decidere di fare un test idoneo per averne la certezza.

Tutti i sintomi dell’allergia al nichel

Non impressionarti leggendo questa lunga lista di sintomi dell’allergia al nichel. Fortunatamente non tutte le persone che soffrono di questa condizione devono lottare giornalmente con dermatiti acute, problemi respiratori, dolori articolari, disturbi intestinali, ecc…

Quando tutti i sintomi invece si presentano insieme, questo non vuol dire che hai troppo nichel nel tuo corpo, ma che il tuo intestino è particolarmente debole e non riesce più a tollerare nemmeno minime dosi di questo metallo, che quindi possono scombussolare tutto l’organismo.

Le affezioni dermatologiche causate dal nichel

Tra i sintomi dell’allergia al nichel, le reazioni da contatto sono le più comuni. Il bruciore intenso e la diffusione di macchioline rosse, specialmente sulle mani e sulle braccia, è il chiaro segnale di un’allergiasintomi dell'allergia al nichel a questo metallo. La pelle può presentare rossori, dermatiti, eczema, prurito e irritazione, visibili e avvertibili dopo l’avvenuto contatto con il metallo.

Il tipo di eczema post contatto può essere di tre tipi:

  • Eczema acuto – può avvenire subito dopo il contatto con il nichel, è rosso e infiammato e possono apparire anche delle vesciche.

  • Eczema subacuto – l’eczema appare più secco, meno rosso e si desquama.

  • Eczema cronico – passati giorni o mesi dal contatto con il nichel, l’eczema ha un intensa desquamazione e la pelle si spacca senza apparente ragione. Avviene una reazione che porta a un ispessimento patologico della cute, chiamata lichenificazione.

Può anche capitare di assistere al gonfiore dei lobi o al diffondersi di un eritema sul collo, se vengono indossati gioielli che contengono nichel, anche in minime quantità.

Il contatto prolungato con il nichel può portare anche a febbre o innalzamento locale della temperatura corporea, il che è una spia della nocività di questo metallo per il nostro organismo.

Bisogna prestare molta attenzione anche ad utilizzare detersivi e detergenti che non contengano nichel, in quanto lo sfregamento degli abiti con la pelle potrebbe scatenare ulteriori rash cutanei.

Sintomi dell’allergia al nichel che colpiscono l’apparato digerente

Come già detto, se il nichel per qualche ragione fa reagire in maniera eccessiva il nostro corpo, creando allergia, questo vuol dire che qualcosa non sta funzionando come dovrebbe nel nostro intestino. Il problema è che, come in altre situazioni, questo può portare a un fastidioso circolo vizioso perché

sintomi dell'allergia al nichel

l’assunzione di alimenti e bibite che contengono questo metallo, può ulteriormente compromettere la situazione intestinale.

Tra i sintomi dell’allergia al nichel ci sono infatti anche quelli che riguardano l’intero apparato digerente.

Se ti capita di avere frequenti variazioni di peso che non riesci ad attribuire ad altri motivi, se soffri spesso di nausea, gastrite, dolore allo stomaco o anche vere e proprie coliche, oppure se la pancia ti si gonfia inspiegabilmente anche con alimenti apparentemente innocui, potrebbe trattarsi di allergia al nichel.

I disturbi del sonno

Tra i tanti campanelli di allarme che possono far sospettare un’allergia al nichel c’è la normale alterazione del ciclo sonno-veglia. Se ti capita di sentirti spesso molto stanco durante il giorno e non riuscire a dormire la notte, probabilmente questo è dovuto all’allergia al nichel.

Sintomi dell’allergia al nichel che coinvolgono il cavo orale

Tra i tanti sintomi dell’allergia al allergia al nichel ci sono anche quelli che si presentano sotto forma di episodi infiammatori del cavo orale. Afte, gengiviti, infiammazioni con perdite di sangue riflettono gli effetti nocivi del nichel sul corpo di una persona allergica.

Altri sintomi

Come abbiamo visto, benché i sintomi dell’allergia più comuni siano quelli dermatologici, ci sono moltesintomi dell'allergia al nichel altre manifestazioni di questa condizione. Nei casi più gravi, il soggetto affetto può arrivare anche a sviluppare reazioni che compromettono seriamente il vivere quotidiano come pensanti mal di testa, capogiri, asma e altre anomalie dell’apparato respiratorio.

Infine una sintomatologia ben diversa e ancora più difficilmente riconducibile al nichel può essere avvertita da chi è allergico. Dolori alle articolazioni e ai muscoli, oltre alla rigidità del corpo in una o più parti che apparentemente non hanno spiegazioni, possono essere dati da questa subdola condizione.

Conclusioni sui sintomi dell’allergia al nichel

I sintomi descritti sono tutti indizi che possono portare alla diagnosi di un’allergia al nichel. Tuttavia, da soli non bastano a fornire una diagnosi certa.

Per avere la certezza di essere intolleranti o allergici al nichel e, di conseguenza, provvedere a modificare le proprie abitudini, è necessario sottoporsi a un test. Ed è proprio di questo che parleremo nel prossimo articolo.

1 Comment

  1. […] aver parlato di cos’è l’allergia al nichel e di quali sono i suoi sintomi, siamo arrivati ad analizzare come diagnosticare questa condizione. Vedremo insieme quindi qual è […]

Leave a Reply